Diabolica Svizzera: un albo per chi non paga il bus

Questi svizzeri sono diabolici: non solo hanno appena il 3 per cento di passeggeri (800mila su 2 miliardi di viaggiatori/anno) che viaggiano sui mezzi pubblici senza biglietti (percentuale che nei bus cittadini del Bel Paese non sarebbe accessibile nemmeno dopo un miracoloso miracolo), ma ora intendono avviare contro questi valorosi dell’evasione una vera e propria guerra totale e finale.

Dal 1 aprile (e non è uno scherzo) le persone trovate a viaggiare sui mezzi pubblici senza biglietto verranno iscritte in un registro nazionale e pagheranno ogni volta un supplemento maggiore, che renderà sempre meno conveniente viaggiare senza biglietto: i 100 franchi della prima contravvenzione diventano 140 alla seconda e 220 (più denuncia) alla terza.

In assenza di recidiva, l’iscrizione del viaggio irregolare è cancellata dopo due anni. Coloro che hanno dimenticato di portare con sé l’abbonamento possono chiedere lo stralcio dell’iscrizione subito.

Diabolico!

Lascia un commento