Cina, il lusso delle macchine utensili

C’è qualche sorpresa nelle esportazioni italiane in Cina e nelle relative preoccupazioni.

 

Nei primi cinque settori, che rappresentano il 37,7% dell’export totale (primi cinque mesi del 2015) i primi tre sono relativi alle macchine utensili (gli impianti industriali). Al quarto e quinto posto ci sono auto e borse, pelletterie e cuoio. Se, invece, si allarga il raggio fino ai primi dieci prodotti esportati (che rappresentano il 57,6 dell’export italiano) si vede come oltre all’abbigliamento, ci sono altri settori di beni strumentali e anche i rifiuti.

Quindi, il problema non è il lusso ma il mercato delle macchine utensili – la prima industria italiana – sul quale si potrebbero abbattere gli effetti del rallentamento (se non dell’inversione) dell’economia cinese.

Lascia un commento