Coronavirus, perché il Pil italiano è il peggiore in Europa?

Sarà perché abbiamo chiuso tutto prima degli altri, sarà perché le regioni più colpite dal Coronavirus sono il cuore produttivo e finanziario del paese, ma basta questo a spiegare perché l’Italia (insieme alla Francia, che ha chiuso dopo di noi) ha la peggiore performace – ci informa Eurostat – del prodotto interno lordo nel primo trimestre del 2020?

Ancora una volta l’Italia paga la “pesantezza” del suo sistema burocratico, l’arretratezza tecnologica di molte imprese, soprattutto quelle più piccole, l’elefantiasi della pubblica amministrazione, le profonde differenze territoriali.

E’ un paese che ha una latenza lunghissima: l’Italia non si adatta a nessuna nuova situazione, quando lo fa si adatta male.

E per giunta non ha nessuna voglia di cambiare. Nemmeno di fronte alla morte.

 

Lascia un commento