Export, Fiat e petrolio affondano la Basilicata

Nei primi sei mesi del 2012 le esportazioni lucane sono crollate del 30,12% rispetto ai primi sei mesi del 2011.

Si è passati da 785 a 549 milioni di euro !

Il problema della Basilicata è che i 2/3 delle sue esportazioni sono auto e componenti per auto.

E il crollo, infatti, è determinato dal quasi dimezzamento dell’export delle automobili (e in misura più ridotta dei componenti per le auto) passato da 527 a 312 milioni. Inoltre è scomparso il petrolio (cosa curiosa ma  reale la Basilicata esportava petrolio!).

Anche i salotti sono in flessione, ulteriore: da 25,7 a 23,9 milioni (-6,9%)

Al netto di auto e petrolio le esportazioni lucani sono, invece, in crescita da 190 a 203 milioni di euro (+7,16%).

Certo sono numeri piccolini: l’Italia nei primi sei mesi del 2012 ha esportato per 195 miliardi di euro. La Basilicata rappresenta con il suo export lo 0,28 % dell’export italiano (senza Fiat & co. lo 0,10%).

Lascia un commento