Il saliscendi della disoccupazione, l’epidemia dei dati prêt-à-porter

L’analisi del mercato del lavoro merita un’analisi più profonda di quella fatta sulla base dei dati mensili dell’Istat. Cominciando da una robusta dose di cautela.

Né facili entusiasmo, né altrettanta facile depressione.

Potrebbe essere utile, a questo proposito, la lettura di un articolo di Bruno Anastasia su La Voce.info sui Limiti dei dati mese per mese.

Immersi nel big data è facile smarrire la rotta, soprattutto quando si solca l’oceano dei numeri senza avere imparato a nuotare.

Lascia un commento