La posta in gioco

Nella fobia generale delle caste si sta perdendo di vista il dato di fondo dello squilibrio dei conti pubblici italiani. L’Italia spende più di tutti i cosiddetti paesi avanzati nel pagare le pensioni pubbliche; dietro, si fa per dire, c’è la Francia: la distanza è di due punti percentuali.

Due punti di Pil francese valgono 42 miliardi di euro! Cioè due manovre di Monti!!!

L’Italia spende per le pensioni 251 miliardi di euro, il 9 per cento di tutto il debito del Paese.

La Danimarca, uno degli stati del welfare scandinavo dalla “culla alla bara” spende il 5,4 per cento del Pil: in soldoni 9,7 miliardi di euro all’anno. Non pare che ci sia uno stato di indigenza generale.

 

Pensioni & sanità, fonte Ocse

Lascia un commento