Quanto costa un’ora di lavoro?

Quanto costa realmente un’ora di lavoro nel settore privato in Europa?
In media 25,9 euro: ma in Danimarca costa 42,7, in Bulgaria 4,1. L’Italia è 12/a con 27,2 e chiude il gruppo dei paesi più “forti”. Dopo c’è la Spagna che con 21,1 euro guida il resto della truppa dei paesi che “rincorrono”.
In un certo senso sono la Cina “in casa”, se per Cina si intende un basso costo del lavoro. E per questo che molte produzioni “labour intensive” si sono spostate verso quei paesi che, però (c’è sempre un però!) occupano la parte alta della classifica dei costi indiretti per 100 euro di salario corrisposto. Ciò significa che un giorno, perché quel giorno verrà, il costo orario aumenterà, l’effetto moltiplicativo dei costi indiretti peserà come un macigno.

Dalla celebrata Danimarca giunge poi una bella lezione: prima per costo orario del salario, penultima per costi indiretti. Cioè i soldi restano nelle busta paga e non prendono altre vie.

Quanto all’Italia: il costo orario è lievemente superiore alle media Eu (ma al di sotto della media dell’area Euro), mentre resta superiore la posizione dei costi indiretti sia rispetto a Eu28 sia all’area euro.

Lascia un commento